Per saltare l’introduzione e leggere il tutorial su come creare Instant Articles con WordPress clicca qui.

Gli Instant Articles sono la risposta di Facebook a Google AMP, pagine ottimizzate per dispositivi mobili capaci di caricarsi in pochi istanti anche nelle peggiori condizioni di ricezione.

Con lo spostamento in massa dell’audience da dispositivi desktop a dispositivi mobili, per aziende come Google e Facebook, che guadagnano milioni su milioni di dollari in advertising, il nemico pubblico numero 1 è la lentezza di caricamento.

La lentezza di caricamento delle pagine web è uno dei fattori che influenzano di più il bounce rate, così come moltissimi altri elementi che hanno implicazioni sull’indicizzazione di un sito web. Oltre ad essere un problema per chi gestisce un blog (ma più in generale per qualsiasi sito web), tutto ciò si traduce in un elevatissimo danno economico per i colossi che vendono inserzioni.

Oltre ai tempi lenti di caricamento del sito web bisogna aggiungere quelli di caricamento delle inserzioni stesse sul sito.

Tutto ciò può portare a sforare quei famosi 8 secondi di tolleranza d’attesa dell’utente medio (che si ridurranno sempre più col passare degli anni).

Cosa sono nello specifico gli Instant Articles

Gli Instant Articles non sono altro che articoli, e più in generale contenuti, in formato nativo disponibili sull’app mobile di Facebook. Offrono un’esperienza di lettura rapida direttamente su Facebook. I contenuti si caricano velocemente e sono, a detta di Facebook, più interattivi, coinvolgenti e immersivi per i lettori.

Se avete qualche esperienza con le integrazioni tra e-commerce e marketplace come Amazon, Ebay o Google Shopping, potete capire con facilità come vengono generati Gli Instant Articles: il loro funzionamento si basa infatti sui feed RSS.

File XML dove sono indicati gli elementi fondamentali delle pagine di un blog: titolo, autore, data, corpo, e tutti gli altri elementi che compongono il classico articolo di un blog.

Lo stesso principio che consente di sincronizzare il proprio sito e-commerce con la vetrina Facebook, oppure con Google Merchant Center, come spiego in questo post.

I vantaggi di Instant Articles

Così come spiegato da Facebook, gli Instant Articles avrebbero un buon numero di vantaggi:

  • si caricano immediatamente nella sezione Notizie, aumentando la probabilità che i lettori interagiscano con i  contenuti;
  • le frequenze di rimbalzo minori, dovute all’aumento della velocità di caricamento, fanno registrare un aumento incrementale dei lettori compreso tra il 20 e il 50%;
  •  i lettori hanno la possibilità di aggiungere reazioni ai contenuti, commentarli e condividerli. Non solo l’instant article in sé, ma anche le singole risorse incorporate nell’articolo.
  • possibilità di monetizzare le visualizzazioni tramite inserzioni, contenuti brandizzati o la soluzione per l’Audience Network.

(Fonte: Facebook Blueprint)

Funzioni interattive di Instant Articles

Sono tantissime le funzioni messe a disposizione da Facebook per chi crea instant articles. Ecco una lista dettagliata:

  • video con riproduzione automatica;
  • espansione delle immagini tramite tocco ed esplorazione tramite inclinazione dello smartphone;
  • elementi a schermo intero (immagini o video) riposizionabili tramite tocco;

  • mappe 3D interattive;
  • slideshow interattivi;
  • foto e video a 360 gradi;

(Fonte: Facebook for Developers)

Instant Articles permette inoltre di aggiungere diverse call to action ai nostri articoli. Queste invitano i lettori a compiere diverse azioni:

  • iscrizioni alla newsletter;
  • installazioni dell’app;
  • lasciare like alla pagina.

Creare Instant Articles con WordPress

Il primo step consiste nell’iscriversi a Instant Articles. Ovviamente per farlo abbiamo bisogno di una pagina Facebook. Se ancora non ne hai una, creala.

Dovranno passare almeno 90 giorni dalla creazione per poter accedere a Instant Articles.

A questo link potrai vedere una lista delle pagine che gestisci idonee alle funzionalità di Instant Articles. Selezionane una e procedi.

Negli Strumenti di pubblicazione della tua pagina, in particolare nel menù sulla sinistra, ora avrai accesso ad una sezione dedicata ad Instant Articles.

Il passaggio successivo è la configurazione iniziale.

Creare Instant Articles con WordPress tramite plug-in

Nella sezione Configurazione di Instant Articles sono segnalati i passaggi per configurare correttamente tutte le funzioni. Scendendo nella sezione Strumenti, la prima operazione da fare è collegare il proprio sito.

Con WordPress il compito è molto facilitato da un plug-in sviluppato da Facebook, Instant Articles for WP, che permette una semplice integrazione, anche se con funzioni molto limitate.

Dunque nella sezione Strumenti copiamo l’ID della pagina suggerito da Facebook:

Creare Instant Articles con WordPress tramite plug-in

E incolliamolo nella pagina delle impostazioni del plugin:

Non ci resta che inserire l’URL del nostro sito all’interno delle impostazioni di Instant Articles e condividere i link del nostro sito come abbiamo sempre fatto su Facebook. Aprendo quel link da smartphone verremo indirizzati all’instant article corrispondente. Aprendolo da desktop il link rimanderà gli utenti sul tuo sito.

Prima di fare questa operazione ti consiglio di scendere giù negli Strumenti. Troverai la sezione dedicata agli stili, dove potrai creare modelli grafici in linea con il tuo brand modificando font, logo e altri elementi che ti rendono riconoscibile agli occhi del lettore.

Se crei un nuovo stile ricorda di inserire il nome all’interno delle impostazioni del plug-in, nel campo Article Style.

Inoltre potrai inserire la tua privacy policy all’interno degli Instant Articles. Ti consiglio di farlo (andando nella sezione Banner sui cookie dell’Unione europea, poco sotto a quella dedicata allo stile)  per evitare futuri problemi di pubblicazione.

Creare Instant Articles con WordPress tramite codice

Per creare Instant Articles con WordPress con modifiche al codice ci basterà incollare questo snippet all’interno del tag <head></head> del nostro sito:

<meta property="fb:pages" content="ID Pagina" />
Sostituendo “ID Pagina con l’ID fornitoti da Facebook”.
Se hai creato uno stile personalizzato dovrai specificare il nome dello stile all’interno del markup degli articoli inserendo questo snippet:
<meta property="fb:article_style" content="tuostile">

Sostituendo “tuostile” con il nome dello stile che hai creato.

Pubblicazione automatizzata degli Instant Articles con WordPress

Di sicuro avrai notato nella sezione Strumenti la possibilità di passare a Facebook due feed RSS:

Importazione Instant Articles con Feed WordPress

Ebbene, Facebook ci permette di trasformare in Instant Articles e importare nella sezione Articoli in fase di produzione e in quella Articoli in fase di sviluppo, una lista completa dei nostri articoli del blog.

La differenza tra i feed RSS di produzione e di sviluppo sta nel fatto che, mentre i primi generano automaticamente Instant Articles visibili al pubblico, i secondi generano articoli in attesa di approvazione.

Sta a te la scelta su quale dei due sfruttare. Se hai già testato l’importazione degli articoli e non hai bisogno di ulteriori verifiche, puoi tranquillamente utilizzare i feed di produzione.

Impostarli è molto semplice: copia il link del tuo feed RSS (su WordPress generalmente raggiungibile al percorso www.tuosito.it/feed), e incollalo in uno dei due campi mostrati nell’immagine precedente (sezione Strumenti di Instant Articles).

Creare Instant Articles con WordPress: fasi conclusive

Quando avrai importato nella libreria di produzione almeno 10 articoli potrai inviarli a Facebook per una verifica (sempre dalla sezione Strumenti).

Se questi rispetteranno le norme sui contenuti di Facebook la tua pagina sarà dichiarata idonea alla pubblicazione di Instant Articles.

Puoi verificare che tutto sia in regola tramite l’app Gestore Pagine, che offre la possibilità di vedere un’anteprima degli articoli sul tuo smartphone.

Monetizzare con Instant Articles

Puoi ottenere ricavi dagli instant article in tre modi:

  • Vendita diretta delle inserzioni;
  • Audience Network di Facebook;
  • Vendita di contenuti brandizzati;

Per contenuti brandizzati si intendono i contenuti di un creatore o editore che presentano un partner commerciale o ne sono influenzati a seguito di uno scambio di valore. Ti consiglio di visualizzare le normative sui contenuti brandizzati per comprendere quali sono i limiti d’azione imposti da Facebook.

Per maggiori informazioni sulla monetizzazione e soprattutto sull’implementazione di annunci automatici rimando alla guida di Facebook for Developers.

Ora che sai tutto, o quasi, su come creare Instant Articles con WordPress non ti resta che valutare la possibilità di implementarli tenendo sempre ben presente che, nonostante gli indubbi vantaggi che apportano in termini di interattività e viralità dei contenuti, dall’altro lato della medaglia utilizzandoli si diventa dipendenti da una piattaforma esterna le cui sorti non sono mai nelle nostre mani.